Back To Top

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5

Dehoniani

Provincia Italiana Meridionale

Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesu'

TELEDEHON



Notizie varie dalla Provincia

  • La scorsa domenica, la comunità parrocchiale di Spirito Santo e NS di Fatima in Napoli ha salutato p. Marianand Gangarapu, che è stato trasferito alla parrocchia San Giuseppe Artigiano di Lamezia Terme per dare aiuto nella pastorale parrocchiale. A p. Marianand il nostro grazie sincero per il suo impegno e la sua disponibilità. Al suo posto, il vescovo di Pozzuoli ha nominato vicario parrocchiale il p. Anil Pasalà. Nei prossimi giorni, prima della festa di Natale, ai confratelli della comunità di via Piave in Napoli, si aggregherà il confratello p. Joseph Madanu, di nazionalità indiana, il quale dopo aver frequentato il corso di lingua italiana inizierà la sua esperienza pastorale nella nostra Provincia ITM.
  • Il postulante Antonio Fera è stato affidato alla comunità di Rio Negrinho, nel seminario minore di San José, Diocesi di Joinville (Santa Caterina), dove con l’aiuto di un insegnante privato apprenderà la lingua portoghese. In questo modo si prepara all’anno del noviziato che trascorrerà nella vicina comunità di Jaraguà do Sul a partire dall’inizio del mese di febbraio. Secondo le previsioni, sotto la guida del padre maestro p. Rubens Rieg, inizierà il cammino di iniziazione alla vita religiosa dehoniana un gruppo di 17 giovani, di cui 15 appartenenti alle diverse province brasiliane, un venezuelano e un italiano. I confratelli della Provincia BRM hanno riservato al nostro giovane postulante una fraterna accoglienza e di questo siamo loro grati.

Viaggio In Brasile

            Scrivo poche righe per condividere con voi alcune impressioni avute durante il viaggio che ho fatto nella Provincia brasiliana meridionale dal 3 al 10 dicembre. I motivi che mi hanno portato per la prima volta nel continente latinoamericano si raccolgono tutti intorno a quello più generale di accompagnare il nostro postulante Antonio Fera, che vi trascorrerà l’anno del noviziato. L’accoglienza che ci è stata riservata da tutti i confratelli brasiliani è stata molto cordiale. Sebbene fossimo all’inizio delle aspettate vacanze estive, ho potuto conoscere molti confratelli e visitare le comunità dehoniane di quella regione con le numerose attività pastorali, come anche incontrare il Superiore provinciale della Provincia BRM e fare due chiacchiere con lui. Sono contento di questa collaborazione che è nata tra le due Province e ho tante buone aspettative a questo riguardo. Sempre di più prendo coscienza che la nostra Congregazione si caratterizza come una congregazione internazionale e che le nuove generazioni sono chiamate a formarsi in un clima interculturale. Nei giorni in cui siamo stati ospitati nella casa del noviziato a Jaraguà do Sul, ho visto come i novizi lì presenti abbiano fatto subito amicizia con il nostro postulante e che nell’arco di una giornata si erano dissolte tutte difficoltà nella comunicazione tra loro. Con Antonio, ho vissuto giorni belli di preghiera e di fraternità con la numerosa comunità del noviziato, ho potuto incontrare i novizi che il mese prossimo faranno la loro prima professione e parlare loro della nostra Provincia ITM, presentando le nostre attività e raccogliendo il loro interesse.

            Accompagnati da p. Rubens Rieg, maestro dei novizi, abbiamo visitato anche le comunità di Corupá, Nereu Ramos, Rio Negrigho, Palmas, São Bento do Sul. La natura, nella quale queste città sono immerse, è spettacolare per le numerose foreste di eucalipto, pini, araucarie, palme, banani, flamboyants fioriti e altri alberi, carichi di fiori bianchi e violacei, insieme a piante da sottobosco. Ci hanno parlato anche degli insidiosi animali che popolano queste foreste, ma non abbiamo avuto tempo, né il coraggio di avventurarci nei fitti sentieri per esplorarle. Il popolo brasiliano è, come noi lo immaginiamo da sempre, accogliente, allegro, pieno di vita. Nello Stato di Santa Caterina non ho visto molte persone dalla pelle scura, o carioca come erroneamente e genericamente noi definiamo i brasiliani. Appena venivamo presentati come confratelli italiani, moltissimi ci parlavano delle origini dei loro antenati, provenienti dalle città italiane di Trento, Bolzano, Treviso, Bergamo, Mantova e ci onoravano perché italiani. Ci sono anche tantissime famiglie di origine tedesca, polacca, ungherese. Sono stato ben accolto da tutte le comunità, dove ho potuto condividere con i confratelli, in semplicità, il pranzo o un cafezinho, il churrasco e addirittura, per ben due volte, la pizza “brasiliana”.

            In occasione della Solennità dell’Immacolata, abbiamo partecipato alla festa per il 25° anniversario di sacerdozio del Padre provinciale, p. Gilberto Bonato Xavier e abbiamo conosciuto tante persone amiche dei nostri confratelli e tanti laici dehoniani, organizzati in gruppi e identificati per le loro divise. Una festa molto familiare, da tutti sentita e vissuta in un clima di gioia. E’ stato commovente sentire tutti gli invitati, prima del semplice pranzo festivo preparato per circa 300 persone, cantare in coro l’inno “Romaria” alla Madonna Aparecita: “Sou caipira Pirapora Nossa Senhora de Aparecida…”.

            In questi giorni ho potuto visitare le grandi parrocchie, tenute dai nostri confratelli, e rimanere felicemente sorpreso della loro articolata organizzazione, che coinvolge numerosissimi laici ben formati per il loro ministero. Anche la Santa Messa in occasione del primo venerdì del mese e animata dai laici dehoniani, è stata per me motivo di gioia: una comunità raccolta per celebrare l’amore del Cuore di Gesù oltre l’Oceano Atlantico. E’ stato come sentirmi a casa! Ho partecipato anche a momenti di tristezza della comunità parrocchiale, quali la deposizione delle ceneri nella cripta sottostante la parrocchia di quattro defunti, di cui una giovane mamma. In Cristo siamo tutti un solo corpo, anche nella morte. Ho sentito molto parlare del nostro confratello e servo di Dio, p. Aloisio Boeing, e ho potuto recarmi a pregare sulla sua tomba, come visitare la casa dove attualmente vivono alcune consacrate, appartenenti all’Istituto da lui fondato.

            Negli ultimi giorni, affidato alla guida esperta e generosa di P. Anisio Schwirkowski, ho visitato il Santuario del Cuore di Gesù nella città di Joinville, la Casa p. Dehon di Brusque, e anche la parrocchia e il grande Collegio São Luiz nella stessa città. Ho partecipato anche a una giornata di ritiro spirituale, con un gruppo di giovani imprenditori di Brusque. L’ultimo pomeriggio, l’ho trascorso nella località turistica di Balneario Camboriu, che mi ha sorpreso per l’imponenza dei suoi grattacieli e anche per la bellezza della sua natura. Salendo la collina con la funicolare, ho visitato il parco naturale, con le sue splendide terrazze panoramiche, ho passeggiato sulla spiaggia e bevuto una fresca caipirinha. P. Anisio ci teneva al fatto che, tornando in Italia, raccontassi ai miei amici di aver gustato alcuni piatti tipici e aver bevuto alcune bevande brasiliane: per questa ragione gli ultimi due giorni, passati con lui, sono stati una continua scoperta di gusti e di sapori. Anche di questo, gliene sono grato.

            Contento di quanto ho potuto visitare, pieno di ammirazione per il lavoro dei nostri confratelli e rassicurato dalle loro parole, sono salito sull’aereo a Navigantes per intraprendere il mio lungo viaggio di ritorno verso l’Italia. Pensavo ad Antonio con un po’ di nostalgia, ma ero contento per lui, sapendo che questa nuova esperienza formativa, che la Provincia ITM gli offre, avrà ricadute positive su tutti noi. Mentre l’aereo decollava, vedevo velocemente passare nella mia mente i volti sorridenti dei confratelli che mi rassicuravano e che mi ripetevano tantissime volte di stare tranquillo, perché Antonio si troverà bene con loro.

P. Ciro Moschetta

Contatti | Condizioni d'uso | Email | Tutela della privacy

 

Provincia Italiana Meridionale Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù - Via Marechiaro, 38 - 80123 NAPOLI
Tel 081.7690820 - Fax 081.5752954 - CF / P. IVA 00491500633
Copyright © 2010. Tutti i diritti riservati